Skip to main content

Genova accoglie una delle mostre fotografiche più significative e toccanti dedicate all’infanzia: una raccolta di 100 opere, tra foto e proiezioni, di Steve McCurry.

Continua a leggere per scoprire oraridate e come acquistare i biglietti per la prossima mostra di Steve McCurry al Palazzo Ducale di Genova.

mccurry genova mostra

Mostra di McCurry a Genova: biglietti online

Acquista ora il ticket d’accesso alla mostra di McCurry al Palazzo Ducale Genova e salta la coda in biglietteria. Puoi annullare gratis fino al giorno precedente alla visita.

Mostra McCurry a Genova: orari e prezzi

  • Durata: dal 25 novembre 2023 al 10 marzo 2024
  • Dove si trova: Palazzo Ducale – Sottoporticato (Genova, Piazza Matteotti, 9)
  • Giorni di apertura: dal martedì alla domenica (lunedì chiuso)
  • Orari di apertura: dalle 10 alle 19 (la biglietteria chiude un’ora prima)
  • Prezzi: Intero: € 15,00 (Adulti 18-64 anni). Ridotto: € 13,00 (Ragazzi 6-17 anni; studenti fino a 25 anni, over 65, insegnanti, personale medico, forze dell’ordine, accompagnatore disabili). Ingresso gratuito: (Bambini 0-5 anni, disabili).
  • Biglietteria onlineAcquista qui

Steve McCurry a Genova: uno sguardo sull’infanzia attraverso l’obiettivo del fotografo

steve mccurry genova 2023

Children – Steve McCurry rappresenta la prima mostra tematica in Italia dedicata al mondo dell’infanzia, con immagini mai esposte in Europa, catturate durante quasi cinquant’anni di carriera.

L’esposizione, curata con maestria e sensibilità, presenta un caleidoscopio di ritratti che rivelano l’innocenza e la diversità dei bambini in ogni angolo del pianeta. Ogni scatto trasmette la genuinità dello sguardo infantile, un linguaggio universale capace di esprimere gioia, energia e la capacità di giocare anche nelle circostanze più difficili.

Attraverso le immagini di McCurry, il visitatore sarà trasportato in un viaggio emozionante che attraversa culture, realtà sociali e ambienti differenti, dall’India al Brasile, dall’Afghanistan all’Italia. Questo percorso non solo celebra l’infanzia nelle sue molteplici sfaccettature ma cerca anche di sensibilizzare sul tema dello sfruttamento dei bambini, una realtà ancora presente in molte parti del mondo.

mostra mccurry palazzo ducale genova

L’esposizione di Genova è resa ancora più suggestiva grazie allo straordinario allestimento di Peter Bottazzi e alla cura dei contenuti video di Silvia Rigoni. Si articola tra immagini di guerra e di poesia, di sofferenza e di gioia, offrendo una panoramica completa sulla condizione dei bambini nei contesti più diversi.

Oltre all’emozione suscitata dalle fotografie, la mostra si pone come occasione di riflessione sul ruolo e i diritti dell’infanzia. Attività informative e didattiche saranno organizzate per adulti e ragazzi, offrendo l’opportunità di approfondire la Convenzione sui Diritti dei Bambini, un’occasione preziosa per sensibilizzare e coinvolgere le nuove generazioni su temi di grande importanza sociale.

mostra di steve mccurry a genova

Inoltre, parte del ricavato della mostra sarà devoluto a iniziative di Defence for Children International Italia, un’associazione che si impegna attivamente per promuovere i diritti dei bambini non solo in Italia ma anche a livello globale, dimostrando il potere dell’arte nel promuovere un cambiamento sociale tangibile.

L’audioguida accompagnerà il visitatore in questo viaggio, offrendo un’immersione completa nel vasto mondo di emozioni e esperienze che caratterizzano le straordinarie fotografie di McCurry.

Questa esposizione non è solo uno sguardo sull’infanzia nel mondo, ma anche un invito a riflettere sulle responsabilità e sui diritti delle generazioni future, affidando al presente la creazione di un futuro più equo e giusto.

mccurry genova mostra

Mostra di McCurry a Genova: biglietti online

Acquista ora il ticket d’accesso alla mostra di McCurry al Palazzo Ducale Genova e salta la coda in biglietteria. Puoi annullare gratis fino al giorno precedente alla visita.

Il ruolo di Defence for Children

Nell’ampio panorama della mostra fotografica “Children” di Steve McCurry, un partenariato di rilevanza cruciale si concretizza attraverso la collaborazione di Defence for Children, un movimento attivo in oltre 40 paesi per promuovere i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza.

La presenza e l’impegno di questa organizzazione, come sottolineato da Pippo Costella, Direttore di Defence for Children Italia, sono fondamentali nell’accompagnare e dare significato alla narrazione visiva di McCurry esposta presso Palazzo Ducale a Genova fino al prossimo 10 marzo 2024.

Questo viaggio fotografico, che attraversa continenti e contesti, è reso ancora più profondo dall’impegno di Defence for Children nel richiamare l’attenzione sui diritti fondamentali sanciti dalla Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia e dell’adolescenza, spesso trascurati o ignorati.

“È un’opportunità straordinaria per riconsiderare il nostro mondo attraverso gli occhi dei più giovani che lo abitano,” sottolinea Costella. “Le fotografie di McCurry, al contrario di rappresentazioni prive di contesto, evidenziano chiaramente le responsabilità degli adulti nei confronti dei bambini e delle loro condizioni.”

Oltre a sollecitare l’attenzione sui diritti sanciti dalla Convenzione, Defence for Children ha realizzato un poster informativo semplificato per i visitatori della mostra, in collaborazione con Naima-GD Profumerie, un’azienda in Liguria con una forte attenzione a tematiche etico-sociali.

Inoltre, in sinergia con il programma educativo di Palazzo Ducale, sono stati programmati laboratori informativi e formativi durante il periodo di esposizione della mostra. Questi laboratori offriranno agli studenti e agli insegnanti l’opportunità di esplorare, ispirati dalle suggestioni di McCurry, la realtà dell’infanzia nel mondo attraverso il prisma dei diritti.

“In un’epoca in cui le nuove generazioni si trovano ad affrontare le contraddizioni del mondo,” afferma Costella, “ci auguriamo che la forza e la bellezza catturate da McCurry nei bambini e nelle bambine possano ispirare nuove prospettive, guidando una trasformazione nel modo in cui gli adulti affrontano le sfide.”

Questa collaborazione con Defence for Children rende la mostra non solo un’esposizione fotografica, ma un veicolo educativo e di riflessione sui diritti fondamentali dei più giovani, sottolineando il potere dell’arte nel trasformare consapevolezze e prospettive.

Steve McCurry Genova: prezzi, pacchetti e convenzioni

  • € 15,00 Open intero (biglietto senza limiti di giorni e orari);
  • € 13,00 Open ridotto (biglietto senza limiti di giorni e orari);
  • € 13,00 intero;
  • € 11,00 ridotto per gruppi di massimo 25 partecipanti, under 27, persone con disabilità, insegnanti, militari, forze dell’ordine non in servizio, possessori voucher Hotel convenzionati, possessori card dei Musei Civici del Comune di Genova, Abbonati Teatri di Genova, Amici di Palazzo Ducale e dei Musei Liguri, dipendenti IREN con accompagnatore;
  • € 6,00 ridotto speciale scuole;
  • € 5,00 ridotto speciale under 27, il martedì feriale (non festivo);
  • Speciale famiglia (da 2 a 5 persone): Intero 10€ Adulto (1 o 2 adulti) + Ridotto € 5 primo e secondo figlio (da 6 a 13 anni); gratuito (da 3 a 5 anni). Omaggio terzo figlio.
  • Omaggio per minori di 6 anni, 1 accompagnatore per gruppo, 2 insegnanti accompagnatori per classe, guide turistiche italiane munite di tesserino di abilitazione, giornalisti con tesserino ODG previo accredito presso l’Ufficio Stampa, 1 accompagnatore per persone con disabilità che presentino necessità e regolare documentazione.

Tutti i biglietti sono comprensivi di audioguida

McCurry a Genova 2024: Domande frequenti

steve mccurry children

Fino a quando è prevista la mostra di McCurry a Palazzo Ducale Genova?

La Mostra di McCurry è presente a Genova fino al 10 marzo 2024. Clicca qui per acquistare i biglietti online.

Quanto dura la mostra di McCurry a Genova?

L‘esposizione di Steve McCurry al Ducale di Genova ha una durata complessiva di 2 mesi e mezzo circa.

Quanto dura la visita alla mostra di McCurry a Genova?

La durata delle visita è compresa fra 1h e 1.15h. Tuttavia, se la si visita con bambini, potresti mettere in conto una durata complessiva di 1.45h circa.

Mostra di McCurry Genova: dove si trova?

Nel Sottoporticato di Palazzo Ducale, precisamente in Piazza Matteotti 9, a Genova.

Da chi è organizzata la mostra di McCurry al Palazzo Ducale di Genova?

Da Civita Mostre e Musei S.p.a., leader nella gestione museale e nell’organizzazione di eventi espositivi in Italia e all’estero. La società si impegna nella valorizzazione del patrimonio artistico e nell’incontro della crescente richiesta di coinvolgimento culturale.

Con competenze complete nelle fasi progettuali, organizzative e promozionali degli eventi espositivi, Civita collabora con esperti in diverse discipline artistiche, presentando mostre di rilievo internazionale come quella di Steve McCurry. L’azienda si impegna nel diffondere non solo la grande fotografia, ma anche sensibilizzare il pubblico su temi cruciali legati all’infanzia e all’educazione.

La partecipazione di Civita alla mostra “Steve McCurry Children” rappresenta un nuovo capitolo nel suo impegno continuo nel promuovere l’arte come mezzo di riflessione e diffusione di valori sociali. La mostra si inserisce in una tradizione di esposizioni coinvolgenti, evidenziando il potente impatto culturale e sociale dell’arte nel plasmare un futuro più equo e solidale.

McCurry Genova: come acquistare i biglietti?

Clicca qui per acquistare i ticket online, avere accesso istantaneo saltando la coda in biglietteria.

mccurry genova mostra

Mostra di McCurry a Genova: biglietti online

Acquista ora il ticket d’accesso alla mostra di McCurry al Palazzo Ducale Genova e salta la coda in biglietteria. Puoi annullare gratis fino al giorno precedente alla visita.

McCurry Palazzo Ducale Genova: info, contatti e prenotazioni

Andrea Semonella

Ciao, sono Andrea! Sono nato a Genova e ci abito ancora; ho vissuto a Milano, Londra e Siviglia. Ho una dipendenza da Internet e una passione per il digital marketing. Mi piace Fabrizio De Andrè, la focaccia e le trofie al pesto.

Lascia un commento